Loading...

L’esperienza di Trento in Hospice e nei gruppi di auto mutuo aiuto

Relatore: Stefano Bertoldi, educatore professionale

Stefano Bertoldi è oggi uno dei maggiori esperti dei gruppi di auto mutuo aiuto, a livello nazionale. Con la famiglia risiede a Trento, dove è anche nato nel 1964. Dopo il diploma di educatore professionale, conseguito nel 1990 all’Istituto regionale di studio e ricerca sociale di Trento, frequenta il corso di sensibilizzazione a problemi alcol-correlati a Trieste con il professor Hudolin. Negli anni seguenti frequenta anche la scuola nazionale di perfezionamento in alcologia e partecipa a un corso di formazione sul lavoro di comunità. Nel 2011 si laurea educatore professionale alla facoltà di Medicina e Chirurgia di Ferrara. È stato responsabile e membro del comitato pedagogico della comunità alloggio per adolescenti “Villaggio del fanciullo S.O.S” di Trento. In più, ha operato come responsabile del Comitato italiano del reinserimento sociale di Trento ed è socio fondatore e vicepresidente della Coop A.L.P.I. Fondatore dell’associazione A.M.A Auto Mutuo Aiuto di Trento, ha collaborato alla nascita di altre 11 associazioni AMA in altrettante regioni italiane, divulgando le indicazioni provenienti dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) sul concetto di auto mutuo aiuto, come l’insieme di tutte le misure adottate da non professionisti per promuovere, mantenere o recuperare la salute intesa come completo benessere fisico psicologico e sociale di una determinata comunità. Avvicinando persone unite da un’esperienza comune, per condividere il proprio vissuto e confrontarsi in uno spazio di scambio e reciproco sostegno, l’esperienza AMA portata avanti da Bertoldi, ha in attivo più di 50 gruppi in tutto il Trentino, per una ventina di ambiti diversi, correlati anche alle attività di assistenza in hospice per l’elaborazione del lutto. L’attività è gestita da volontari che facilitano i gruppi e sostengono con l’equipe professionale il lavoro dell’associazione. Nel 2014 è autore
con Sandra Venturelli della pubblicazione “I gruppi di auto mutuo aiuto e la prevenzione del suicidio” (edizioni Franco Angeli), in cui è rilevata la forte connotazione volontaristica di gruppi che si basano fondamentalmente sulla spontaneità e la disponibilità all’ascolto delle persone.

NEWS

2020-01-25T18:03:05+00:00